www.residentevil.it - Forum Ufficiale
Settembre 19, 2020, 02:02:23 am *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Sorry, you must be logged in to use the shoutbox!
 
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: CALCIO : La figura dell'arbitro  (Letto 2497 volte)
Orikalkos
Portavoce R.P.D.

Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 654


"Con Deadpool Niente Ha Senso...:"


« inserita:: Febbraio 28, 2011, 03:59:07 pm »

Ragazzi cosa ne pensate della figura dell'arbitro?

E' semplice , è difficile, hai pressioni addosso, hai la strada spianata, insomma esprimetevi!
Registrato



Uploaded with ImageShack.us
CHRIS REDFIELD 86
Agente Speciale S.T.A.R.S.
***
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2324


Chris Redfield, Agente Speciale S.T.A.R.S.


« Risposta #1 inserita:: Febbraio 28, 2011, 04:44:02 pm »

La trovo da sempre una figura affascinante se vogliamo.
Sola , attorniata da un certo alone di mistero e durezza.
Sempre nutrito rispetto anche perchè è un mestiere delicato, sempre scomodo visto che qualsiasi decione presa, comunque , scontenta qualcuno.
Ma negli ultimi tempi , soprattutto nel calcio, ha perso vigore, ridicolizzandosi forse.
Ogni domenica , i programmi sportivi  si soffermano per intere orate su episodi di moviola capziosi alle volte (fuorigiochi millimetri,calci di rigore in mischia con 300 giocatori in area).
Nessuno approfondisce il problema della sudditanza psicologica che è evidente.
E non riproponete il tema di Calciopoli .La sudditanza esiste per quelle 4-5 società per cui si può fischiare un rigore dubbio o dare un gol fantasma senza troppe remore.Dopotutto chi mai griderà allo scandalo?
Per tutte le altre, ci si deve pensare un po' su.
Da cosa si vede poi che c'è sudditanza?Che se un presidente poi si lamenta davanti alle telecamere, la settimana dopo prende due rigori a favore.
Ste cose lo più avvengono solo nel calcio.
Perchè?
Perchè non esiste la moviola in campo e si grida sempre allo scandalo(un malcostume che non è solo italiano, ma non per questo meno risibile o giustificabile)
In altri sport, dove il giudice di gara può fare affidamente sulla tecnologia,tale figura è invece temuta e riverita.
Nessuno si permette di dar anche solo "del tu" o di criticarne persino in campo la decisione.
Si è perso proprio il senso del rispetto
Registrato



Ben "Braveheart" Winchester,US Army
Orikalkos
Portavoce R.P.D.

Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 654


"Con Deadpool Niente Ha Senso...:"


« Risposta #2 inserita:: Marzo 04, 2011, 05:40:53 pm »

Bene....allora non tutti odiano il mio lavoro xD
Registrato



Uploaded with ImageShack.us
krauser
Agente Speciale S.T.A.R.S.
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1883



« Risposta #3 inserita:: Marzo 04, 2011, 08:14:22 pm »

Ragazzi cosa ne pensate della figura dell'arbitro?

E' semplice , è difficile, hai pressioni addosso, hai la strada spianata, insomma esprimetevi!
Caro collega,
non posso rispondere di cosa penso della figura del direttore di gara, perché non sono un esterno come gli altri ma lo sono in prima persona ed è chiedermi cosa penso di me stesso.
Tu dissi in un topic che sei agli inizi giusto? Sei ancora alla categoria di giovanissimi o allievi presuppongo.
Posso dirti che il nostro mestiere non è semplice, e nel nostro campo vige la meritocrazia e lo sai benissimo, non siamo calciatori che se sei bravo arriva il Moratti di turno e ha 18 anni ecco che sei difensore di un club di serie A, noi a livelli alti ci arriviamo dopo 10-15 anni di duro impegno fisico che caratteriale.
Per quanto riguarda le pressioni le prime partite che ho fatto ne sentivo parecchie, ma alla fine basta farci l'abitudine e non le senti più pian piano che guadagni l'esperienza.
Ci sono momenti che ci vuole carattere e sangue freddo nel prendere decisioni, è vero, mi ricordo la mia seconda partita che arbitravo, in attacco il pallone uscì fuori dalla linea di fondo di circa un metro, Io ero abbastanza lontano e non avevo visto, fatto sta che la squadra in quell'azione segnò e in campo ci fu una protesta infernale  che impiegai abbastanza per placare gli animi.Mi avrebbero ammazzato se non ci fosse stato il tutor che mi ha accompagnato fuori dall'impianto al termine della gara.
Ho anche una foto della mia prima partita dopo il corso e te la faccio vedere

Che bei ricordi, voglio darti un consiglio: se arbitri ancora i giovanissimi e gli allievi goditele  quelle partite, perché queste sono le vere partite di calcio, perché dalla Can in su non è più il calcio vero.
Non so che pagherei per arbitrare una partita di giovanissimi.
Ho scelto di fare l'arbitro perché non ho mai avuto delle posizioni in cui hai delle grandi responsabilità,ho deciso questa strada così per averne, e per nulla e per nessuno al mondo smetterei questo lavoro perché ormai per me è una grande passione.
Ora ti rigiro a te la question: cosa ne pensi del tuo lavoro?
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a: